Cardiologia

Circa il 10% della popolazione canina e felina è affetta da patologie cardiache. Alcune patologie cardiache congenite sono tipiche di razze specifiche (Boxer, Bulldog, Pastore Tedesco, Dobermann, Cavalier King, Main Coon), in questi casi è spesso consigliabile un accertamento cardiologico preventivo prima del primo anno di età.

Durante ogni visita il vostro veterinario controlla la funzionalità cardiaca tramite l'auscultazione e l'esame clinico. Qualora dalla storia clinica e dalla visita emergano alterazioni sospette è consigliabile generalmente procedere con accertamenti cardiologici che comprendono una radiografia del torace, un'ecocardiografia e un tracciato elettrocardiografico.

Quando si sospetta la presenza di aritmie occulte o episodiche, può essere utile eseguire un monitoraggio del tracciato elettrocardiografico per 24 ore.

Questo oggi è possibile farlo anche a casa grazie a un piccolo elettrocardiografo portatile (Holter) che il cane può tranquillamente portare aderente al corpo tramite un bendaggio.

La visita cardiologica sta assumendo sempre più valore in medicina veterinaria grazie alla percezione da parte dei proprietari di un notevole miglioramento della qualità di vita dei propri animali cardiopatici, se sottoposti per tempo ad un trattamento mirato e periodicamente adattato in base alla progressione della malattia.